Endocrinologia nel Cane e Gatto Obesi

L’obesità è definita dall’OMS come una condizione patologica caratterizzata da un eccessivo deposito di grasso che porta a modificazioni di varie funzioni corporee. Da questa definizione è facile dedurre che in un animale obeso, così come nell’uomo, a livello di ogni apparato ci possano essere delle serie ripercussioni.

Per quanto riguarda le malattie endocrine quella su cui sicuramente l’obesità ha una grande influenza è il diabete mellito.
Il diabete mellito nel gatto è una malattia abbastanza comune i cui fattori di rischio più importanti sono rappresentati da:
–  età: colpisce generalmente soggetti di media età o anziani soprattutto dopo i 7 anni
–  sesso: sono predisposti i gatti maschi rispetto alle femmine
– obesità: è un fattore di rischio molto importante perché nel gatto c’è un’associazione diretta tra obesità e insulino-resistenza.
Questo è tra i fattori di rischio quello che sta portando ad un aumento del diabete nel gatto perché si stima che almeno un 20% della popolazione felina sia sovrappeso o obesa.

Anche nel cane il diabete mellito è una patologia abbastanza comune ed è in aumento ma rispetto al gatto il diabete è nella maggior parte dei casi di tipo 1 cioè causato dalla distruzione delle cellule beta del pancreas che porta ad una carenza assoluta di insulina.
Il diabete indotto da insulino reistenza è invece meno comune. Questa può essere provocata nel cane da altre patologie o essere causata dalla somministrazione di alcuni farmaci come ad esempio il cortisone.

dog-567658_1280

Come già spiegato in precedenza in altri articoli sul diabete i segni clinici più evidenti che devono spingere il proprietario a rivolgersi tempestivamente al veterinario sono poliuria e polidipsia (aumento dell’urinazione e della sete) e polifagia (aumento dell’appetito).
Il veterinario sulla base dell’anamnesi e della visita clinica sarà in grado di emettere una diagnosi di sospetto che dovrà poi essere confermata da esami del sangue e imposterà un’adeguata terapia.

Dopo aver visto quali sono le endocrinopatie a cui l’obesità può portare facciamo un breve cenno ad un’endocrinopatia che può essere invece la causa dell’obesità.
L’ipotiroidismo nel cane è la malattia endocrina più comune i cui segni clinici più evidenti sono rappresentati da problemi dermatologici e metabolici.
Tra i problemi metabolici sono descritti letargia, intolleranza all’esercizio fisico e aumento di peso/obesità. Sebbene circa il 40% della popolazione canina sia in sovrappeso solo una percentuale minore dell’1% soffre di problemi tiroidei quindi l’ipotiroidismo è una causa abbastanza rara di obesità.
Nonostante questo è abbastanza comune che nell’ambito di un piano di dimagramento, soprattutto se l’animale stenta a perdere peso, il medico veterinario consigli insieme ad esami ematobiochimici di controllo anche un profilo tiroideo.
Questa patologia riesce comunque ad essere ben controllata con una terapia farmacologica adeguata e attenti controlli.

Quindi.. Non aspettare che l’OBESITA’ diventi un problema! Cerca di scorgere i primi segni del sovrappeso e affrontali fin d’ora per regalare a “Fido e Micio” anni di serena e sana esistenza al tuo fianco.
Clicca e scopri il Progetto Slim Dog & Cat messo a punto dalla Clinica Veterinaria Borgarello!

SCOPRI IL PROGETTOPer maggiori informazioni contattaci via mail info@clinicaborgarello.it, telefona allo 0116471100 oppure compila il modulo sottostante.

Richiesta dagli articoli del sito
Invio

FacebookTwitterGoogle+Google GmailPinterestLinkedIn
This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>